L’Italia si dimostra di aperte (?) vedute, e intervista una poliamorosa e una ragazza asessuale. 
Apprezzo molto, personalmente, che un programma come Lucignolo 2.0, nella nottata di ieri 3 novembre, abbia mandato in onda questo servizio. Perché è vero, si dimostra tutto sommato di aperte vedute, anche se il solo pensarlo mi fa un po’ ridere.
Aperti a cosa? A ciò che è strano? A ciò che è diverso? A ciò che fa paura? 
A leggere certi sms che gli spettatori inviavano durante il servizio, pare proprio di sì!
Dal sempreverde “ma dove andremo a finire”, al “ecco la nuova scusa per chi vuole scopare qua e là”, lo spettatore medio italiano si dimostra come sempre restio ad ascoltare senza giudizi ciò che è “nuovo”. Eppure nuovo non è di certo: da un po’ il poliamore gira nel web, nelle riviste, e anche in tv, proprio sullo stesso canale del buon Lucignolo (do you remember Le Iene?).
E il presentatore (un Enrico Ruggeri meno impacciato del solito… che sia “alternative relationship friendly”?) ha messo in luce un punto molto interessante: ma non è che in Italia la cosa è difficile da accettare perché c’è un diffuso, strisciante machismo, che porta a dire: ma come? A quella ragazza non basta un uomo? Quell’altra non vuole far sesso con nessuno? Di certo è perché non hanno ancora incontrato un fico come me!
Ecco, mai avrei pensato di dirlo, ma Ruggeri senza volere ha condensato in 10 minuti di video domande quasi femministe e intelligenti, chiedendo sì anche cose banali, ma che hanno permesso di sfatare diversi luoghi comuni su due orientamenti relazionali  così diversi.

Domande tipo quante relazioni avesse in corso la protagonista del servizio, con che orientamento sessuale, quanta trasparenza ci sia nell’avvisare i vari partner dell’esistenza degli altri, e anche come gestire la gelosia. Addirittura un’incursione sui vari stili poliamorosi possibili (abbiamo sdoganato anche la parola tribal in tv! Evvai!).
Certo, 10 minuti sono pochi per affrontare tutti questi contenuti, dalla portata anche complessa. Gestire le proprie emozioni, riflettere sulla comunicazione nelle relazioni, come gestire il rapporto con una persona monogama… argomenti che non si potrebbero risolvere in un mese di dibattiti!
Ma Alice e Jade ne escono benone, riuscendo a spiegare in così pochi minuti i concetti essenziali delle loro scelte di vita, con una leggerezza è una chiarezza che – ammettiamolo – è una vera ventata di freschezza e positività, in mezzo a una programmazione fatta di stupri, violenze, minorenni prostituite e veline in caccia di notorietà.
Che amare più persone, o amarle senza sesso, sia un argomento ancora così scabroso, in quest’Italia machista, discriminante verso le minoranze e fondamentalmente ipocrita? Forse sì, e Lucignolo ci ha aiutati a notarlo. Ma forse ne siamo anche un po’ fieri.


Da vedere perché: la faccia di Ruggieri quando Jade dice "scopare" è impagabile!!!

eccovi il link:
http://www.video.mediaset.it/video/lucignolo/clip/418329/asessuale-vs-poliamorosa.html
 


Comments




Leave a Reply

    what's in here?

    Recensioni e commenti su film, libri, canzoni, e programmi radio e tv che parlano di amore e relazioni.


    Credits

    L'opera qui utilizzata è 
    Quindi? 
    dell'artista e amica

    Ester Grossi.

    Archives

    Maggio 2013


    Categories

    Tutto
    Film
    Musica




A poly education